E’ la Natura e non ci possiamo fare Niente…

(Articolo aggiornato a settembre 2015, leggi in fondo la bella notizia)

Scrivo questo post per raccontarvi come vanno le cose all’Orto di Famiglia, il titolo dice già tutto ma voglio approfondire la faccenda, quando ho avviato il progetto Orto di Famiglia sapevo che mi sarei trovato davanti a una marea di ostacoli e sapevo anche, forte della tradizione familiare (vedi Zio Franco) e dell’esperienza della famiglia (vedi di nuovo Zio Franco e gli altri zii), che avremmo insieme risolto questi problemi o imprevisti, e, infatti, così stiamo facendo giorno dopo giorno risolviamo i problemi e ci assicuriamo che le cose funzionino al meglio. Ma, c’è un grosso MA, contro la Natura, contro la grandine prima e il caldo TORRIDO di queste settimane nessuno può farci nulla, vi ricordo che il caldo torrido crea grossi problemi sia a fiori delle piante e quindi ai futuri frutti sia alla salute delle stesse, ammetto che gli orti nel settore ” Orto 3 ” stanno vivendo qualche difficoltà, alcuni ortisti hanno iniziato quella che io chiamo la “liturgia del lamento” e spesso trovo disarmato ai loro “ma”: “ma da me i pomodori non iniziano” oppure “ma l’orto del vicino è più ricco di prodotti” oppure ancora ” eh ma non ho lattughe!” o la peggiore di tutte :” ma da me ci sono troppe erbacce…”

ebbene amici miei, compagni di questa avventura, lo vedete che io e Zio ce la mettiamo sempre tutta per trovare una soluzione ma dopo gli sforzi fatti fin ora non accetterò più  alcune cose che non ci appartengono come “Orto di Famiglia”,

ovvero:

l’impazienza nell’aspettare i tempi della natura,

il paragone con gli orti degli altri,

la “modesta” resa dell’orto naturale.

Per risolvere questi vostri problemi (lamentele) dovrei tradire tutti i principi che mi hanno ispirato, ovvero:

– No a coltivazioni intensive = vi darebbero di sicuro un raccolto abbondantissimo

– No a concimi chimici = vi darebbero di sicuro tempi veloci di crescita  e maturazione

– No a pesticidi  e sostanze nocive = vi darebbero di sicuro ortaggi perfetti e senza difetti (es: pomodori senza difetti e peperoni grandi quanto quelli in commercio)

Amici cari, vi dico che non tradirò mai questi principi, e mi dispiace se l’orto naturale non vi ha resi contenti, se l’orto naturale vi crea problemi, se l’orto naturale anzichè darvi quintali di ortaggi vi permette solo di mangiare pochi kg di verdure SANE e NATURALI e SENZA chimica…. Amici cari state vivendo la prova, come la stanno vivendo  anche gli altri, di cosa significare fare agricoltura… si, perchè mio padre nell’orto dietro casa, dopo 40 anni di esperienza , anche lui quest’anno sta vivendo gli stessi nostri problemi, per non parlare del mitico Zio Franco che non si ricorda un’annata così brutta per l’agricoltura… e parlo della sua agricoltura…. che vi ricordo non si basa sui nostri principi ma è l’agricoltura tradizionale con i suoi concimi spinti, i suoi pesticidi e le sue coltivazioni intensivi (pomodori tutti uguali)…

Non scrivo questo articolo per difendermi da future critiche, anzi benvengano mi aiutano a crescere, ho scritto questo articolo per rendervi ancora più partecipi di cosa significare fare agricoltura e prodursi il proprio cibo…

Adesso vi lascio con la bella notizia: è vero che contro questo clima non possiamo farci nulla, ma per l’ortista che sa aspettare possiamo rifarci nelle prossime settimane e nei prossimi mesi (ripiantando nuove piantine e aspettando un clima più favorevole)… Insieme con la stessa passione e volontà che, anno dopo anno, ci mettono tutti gli altri agricoltori che, anche si lamentano, vanno comunque avanti….

Vi saluto, domani sveglia prestissimo per assistere gli orti!

“E’ la Natura bellezza!”

24 luglio 2015

Aggiornamento al 10 Settembre 2015

Orto 3 ha dimostrato, come previsto, che la Natura ha i suoi tempi e vanno rispettati… Infatti, tutti gli orti ora sono pieni di melanzane, pomodori e peperoni, di sicuro le piogge di agosto e queste di settembre ci hanno aiutato e porteranno abbondanti frutti. Tutti contenti e felici ora…

 

Stefano Caccavari