Il nuovo Orto Estivo 2016 – cosa mangiaremo

Siamo ai primi di maggio e siamo pronti per l’orto estivo 2016. L’orto estivo si sa, è l’orto più ricco e colorato!
L’orto Estivo inizierà da Maggio (mese della crescita) e si concluderà a fine Settembre. Ovviamente sono già tante le prenotazioni per il nuovo orto e i posti sono sempre limitati, quindi prenotate subito!
Ecco cosa mangeremo nell’orto Estivo

1) Pomodori Belmonte, Ciliegino, San Marzano, Tondo Liscio

1) Lattughe e odori: Romana – Iceberg – Canasta
lattuga romana      lattuga-canasta-rossa

2) Cetrioli e Bietola da taglio:

biotolina da taglio

3) Zucchine:

4) Melanzane Nera e Viola

5) Peperoni frigitelli e quadrati

6) Angurie e meloni:

—-

Prenota subito il tuo orto e per tutta l’estate mangerai verdure sane, naturali e buone!

Chiama al 3407028338

Stefano

Comunicato Stampa 23/03/2016

Questa notte l’Orto di Famiglia di San Floro (CZ) è stato oggetto di un atto vandalico. La nostra casetta di legno, spazio di aggregazione e di convivialità, è stata data alle fiamme da ignoti. Il gesto, che considero un segno di debolezza da parte di chi non ha compreso il valore del nostro agire, colpisce un’intera comunità di appassionati ortisti, oltre 150, che dal 2014 sostengono il progetto e che hanno riscoperto l’amore per la natura, il senso di appartenenza alla terra e il piacere di mangiar sano.
Abbiamo subito provveduto a denunciare alle autorità l’accaduto. Il gesto non cambia di una virgola i nostri programmi. Orto di Famiglia non è semplicemente un’azienda agricola ma è una comunità di persone che, coltivando la nostra terra, si sono posti a guardia e a difesa del territorio e che non si lascerà minimamente intimorire dall’accaduto.
Chi lavora la terra mette sempre in conto gli imprevisti.
NOI andiamo avanti utilizzando la cenere dell’incendio per concimare i nostri terreni…

Stefano Caccavari
www.ortodifamiglia.com

Orto Autunno-Inverno. Cosa mangeremo

Siamo quasi a fine Agosto e ci prepariamo a coltivare l’orto autunno-inverno.
L’orto Autunno-Inverno inizierà a Settembre (mese della crescita) e si concluderà verso fine Gennaio. Ovviamente sono già tante le prenotazioni per il nuovo orto e i posti sono sempre limitati, quindi prenotate subito!
Ecco cosa mangeremo nell’orto autunno-inverno:
1) Lattuga: Romana – Iceberg – Canasta
lattuga romana   lattuga-iceberg   lattuga-canasta-rossa

2) Finocchio:

finocchio

3) Bietola da coste e da taglio:

bietola-da-coste   biotolina da taglio

4) Cicoria Catalogna e Italiana:

cicoria catalogna   cicoria

5) Cavolfiore bianco e violetto:

cavolfiore bianco   cavolfiore violetto

6) Cappuccio e Cavolo verza

cavolo cappuccio   cappuccio verza

7) Cime di Rapa:

rapa

8) Scarola liscia e riccia:

scarola lisca scarola_riccia

9) Broccolo Calabrese:

broccolo

—-

 

Prenota il tuo orto e per tutto l’autunno-inverno mangerai verdure sane, naturali e buone!

 

Stefano

 

Il nostro primo aperitivo all’Orto di Famiglia

Il 28 Luglio all’Orto di Famiglia è stato inaugurato il nostro piccolo Gazebo con il primo aperitivo organizzato dai nostri amici Ortisti: Gianvito Casadonte, Valentina Amato e Oreste Colicchia.

E’ stato un pomeriggio ricco di sorprese, infatti, abbiamo ospitato gli attori e le personalità che hanno partecipato al Magna Graecia Film Festival…
A tutti gli invitati abbiamo raccontato il perchè facciamo l’orto, il perchè abbiamo iniziato da San Floro e il perchè vogliamo mangiare naturale come una volta… Da tutti apprezzamenti e per le prelibatezze degustate e per la “bellezza” dell’Orto di Famiglia.

Un grazie a chi ha permesso tutto questo!
Un grazie di nuovo a Luigi Fabiano, l’artefice di questo primo aperitivo all’Orto di Famiglia.

Ecco alcune foto della giornata di ieri e un breve filmato con l’attore Riccardo Rossi:

 

 

E’ la Natura e non ci possiamo fare Niente…

(Articolo aggiornato a settembre 2015, leggi in fondo la bella notizia)

Scrivo questo post per raccontarvi come vanno le cose all’Orto di Famiglia, il titolo dice già tutto ma voglio approfondire la faccenda, quando ho avviato il progetto Orto di Famiglia sapevo che mi sarei trovato davanti a una marea di ostacoli e sapevo anche, forte della tradizione familiare (vedi Zio Franco) e dell’esperienza della famiglia (vedi di nuovo Zio Franco e gli altri zii), che avremmo insieme risolto questi problemi o imprevisti, e, infatti, così stiamo facendo giorno dopo giorno risolviamo i problemi e ci assicuriamo che le cose funzionino al meglio. Ma, c’è un grosso MA, contro la Natura, contro la grandine prima e il caldo TORRIDO di queste settimane nessuno può farci nulla, vi ricordo che il caldo torrido crea grossi problemi sia a fiori delle piante e quindi ai futuri frutti sia alla salute delle stesse, ammetto che gli orti nel settore ” Orto 3 ” stanno vivendo qualche difficoltà, alcuni ortisti hanno iniziato quella che io chiamo la “liturgia del lamento” e spesso trovo disarmato ai loro “ma”: “ma da me i pomodori non iniziano” oppure “ma l’orto del vicino è più ricco di prodotti” oppure ancora ” eh ma non ho lattughe!” o la peggiore di tutte :” ma da me ci sono troppe erbacce…”

ebbene amici miei, compagni di questa avventura, lo vedete che io e Zio ce la mettiamo sempre tutta per trovare una soluzione ma dopo gli sforzi fatti fin ora non accetterò più  alcune cose che non ci appartengono come “Orto di Famiglia”,

ovvero:

l’impazienza nell’aspettare i tempi della natura,

il paragone con gli orti degli altri,

la “modesta” resa dell’orto naturale.

Per risolvere questi vostri problemi (lamentele) dovrei tradire tutti i principi che mi hanno ispirato, ovvero:

– No a coltivazioni intensive = vi darebbero di sicuro un raccolto abbondantissimo

– No a concimi chimici = vi darebbero di sicuro tempi veloci di crescita  e maturazione

– No a pesticidi  e sostanze nocive = vi darebbero di sicuro ortaggi perfetti e senza difetti (es: pomodori senza difetti e peperoni grandi quanto quelli in commercio)

Amici cari, vi dico che non tradirò mai questi principi, e mi dispiace se l’orto naturale non vi ha resi contenti, se l’orto naturale vi crea problemi, se l’orto naturale anzichè darvi quintali di ortaggi vi permette solo di mangiare pochi kg di verdure SANE e NATURALI e SENZA chimica…. Amici cari state vivendo la prova, come la stanno vivendo  anche gli altri, di cosa significare fare agricoltura… si, perchè mio padre nell’orto dietro casa, dopo 40 anni di esperienza , anche lui quest’anno sta vivendo gli stessi nostri problemi, per non parlare del mitico Zio Franco che non si ricorda un’annata così brutta per l’agricoltura… e parlo della sua agricoltura…. che vi ricordo non si basa sui nostri principi ma è l’agricoltura tradizionale con i suoi concimi spinti, i suoi pesticidi e le sue coltivazioni intensivi (pomodori tutti uguali)…

Non scrivo questo articolo per difendermi da future critiche, anzi benvengano mi aiutano a crescere, ho scritto questo articolo per rendervi ancora più partecipi di cosa significare fare agricoltura e prodursi il proprio cibo…

Adesso vi lascio con la bella notizia: è vero che contro questo clima non possiamo farci nulla, ma per l’ortista che sa aspettare possiamo rifarci nelle prossime settimane e nei prossimi mesi (ripiantando nuove piantine e aspettando un clima più favorevole)… Insieme con la stessa passione e volontà che, anno dopo anno, ci mettono tutti gli altri agricoltori che, anche si lamentano, vanno comunque avanti….

Vi saluto, domani sveglia prestissimo per assistere gli orti!

“E’ la Natura bellezza!”

24 luglio 2015

Aggiornamento al 10 Settembre 2015

Orto 3 ha dimostrato, come previsto, che la Natura ha i suoi tempi e vanno rispettati… Infatti, tutti gli orti ora sono pieni di melanzane, pomodori e peperoni, di sicuro le piogge di agosto e queste di settembre ci hanno aiutato e porteranno abbondanti frutti. Tutti contenti e felici ora…

 

Stefano Caccavari

I nostri 3 pomodori: il Ciliegino Rosso (3)

Eccoci al nostro terzo pomodoro estivo, è un pomodoro davvero speciale e ricorda molto il mare e l’estate. Si tratta del Ciliegino Rosso. Il pomodoro è un alimento dalle proprietà quasi miracolose: ricco di licopene, vitamine ed oligoelementi i suoi effetti benefici sono così tanti da poter essere considerato una sorta di elisir di vita sana. E’ l’ortaggio più diffuso e conosciuto nel mondo dopo la patata.

ciliegino

Ciliegino Rosso

il Ciliegino Rosso è un pomodoro vigoroso che va fatto crescere con tutore (noi infatti lo incanneremo come si faceva una volta), ricco di grappoli di pomodorini da 20- 25 g dal colore rosso intenso e dal sapore molto dolce.

Una particolarità sul ciliegino rosso: il colore rosso del pomodoro è dato dal licopene, appunto l’unico carotenoide di colore rosso.

Dal sito www.benessere360.com leggiamo:” La sua più importante è antitumurale e antinvecchiamento: infatti, protegge le cellule dell’organismo dell’azione nociva dei radicali liberi, responsabili, appunto dell’invecchiamento delle cellule e dell’insorgenza del cancro. I pomodori, per questo importante motiva, possono essere inseriti nella lista degli alimenti salutari utili nella prevenzione del cancro.”

Insomma mangiarlo crudo, cotto o essiccato sarà sicuramente uno spettacolo!

Al prossimo articolo parleremo di zucchine e fiori di zucche!! Saranno infatti i primi gustosi ortaggi che mangeremo a Giugno….

Un saluto dall’Orto di Famiglia!

Stefano…

I nostri 3 pomodori: il Belmonte Rosa (2)

In questo articolo parleremo del secondo pomodoro che mangeremo quest’Estate: il Pomodoro Belmonte Rosa.

Se si parla di pomodori in Calabria, la mente di tutti noi va subito al Pomodoro di Belmonte, questo pomodoro infatti è un pomodoro che ha delle particolarità uniche, come la pezzatura, il colore e il sapore e  deriva il nome per il nostro orgoglio di calabresi appunto dal comune di Belmonte Calabro (Cs).

Pomodoro Belmonte Rosa

Si presenta di grande pezzatura, e può se selezionato accuratamente nel momento della fioritura trasformarsi in un “Belmonte Gigante” e arrivare perfino ai 2kg… Noi preferiamo le cose sempre naturali e quindi ci accontenteremo della media pezzatura e cioè dei 300/400 grammi circa a pomodoro.E’ un pomodoro che si presenta a maturazione di colore rosa tenue, con accenno di colorazione più marcata verso la parte inferiore, mentre le costolature rimangano quasi sempre verdi. Non diventa mai rosso, ma resta di un colore rosato intenso. Ricordo a me stesso l’intenso sapore che ci ha regalato questo pomodoro l’Estate passata, e proprio come ama dire il vivaista che ci fornisce le piante: << Quando lo tagli sembra di affettare carne…>>, non posso che confermare quelle parole e sarà anche per voi questa l’impressione quando mangeremo le insalate di Belmonte Rosa.

Voglio concludere questo articolo citando il sito della Pro Loco di Belmonte dove leggiamo qualche curiosità in più:  “Al contrario degli altri pomodori, matura dall’interno verso l’esterno e la sua polpa, che non ha alcuna acidità e ha pochi semi, si fonde in perfetta armonia con la buccia. Per le sue caratteristiche è consigliabile consumarlo solo in insalata.  Le sue proprietà organolettiche, oggi, sono oggetto di uno studio approfondito, presso la facoltà d’Agraria, dell’Università di Catania. Importato in Italia da un emigrante belmontese, che tornava dagli Stati Uniti, nei primi anni del secolo scorso, un uomo di cui purtroppo si è perso il nome, dal 2003 è salito sull’altare dei prodotti De.C.O (denominazione comunale d’origine) ed è l’unico pomodoro italiano a fregiarsi di questa etichetta. Questa etichetta, proprio per identificarlo in modo inconfondibile, è appiccicata su ogni frutto. Ben conosciuto nell’area della provincia cosentina, che ne assorbe circa il 70% dell’intera produzione, è stato recentemente scoperto anche dalla ristorazione d’alto livello ed è quindi reperibile in alcuni ristoranti del Centro e Nord dell’Italia.”

Al prossimo pomodoro: il Ciliegino Rosso

 

Saluti dall’orto,

Stefano

 

I nostri 3 pomodori: il Nero di Crimea (1)

Quest’Estate, grazie all’Orto di Famiglia, avremo la possibilità di mangiare dei pomodori naturali da insalata diversi dal solito…. A differenza di tutti quei pomodori coltivati in modo intensivo, tutti uguali, tutti duri come palline da tennis e lucidati a pennello, i nostri pomodori naturali saranno di colore diverso, di pezzatura diversa e soprattutto saranno senza pesticidi e, quindi, qualche pomodoro sarà un po’ rovinato ma ricco di gusto. Vediamo nel dettaglio cosa abbiamo coltivato e che pomodori mangeremo, tempo permettendo, i primi di Luglio:

Partiamo dal primo pomodoro che abbiamo nell’orto estivo:

Pomodoro ciliegino Nero di Crimea

Pomodoro Ciliegino nero di Crimea

Questo pomodoro prende il nome dalla penisola della Crimea che si trova nel mar Nero che in passato fu abitata da greci e bizantini. Questo pomodoro è l’unico pomodoro naturale che tende a essere scuro, sul mercato da qualche anno si trovano pomodori modificati geneticamente dal colore nero intenso (esempio il pomodoroSun Black). Si sa infatti che tutti gli ortaggi  colorati di nero o comunque scuri sono ricchissimi di sostanze anti ossidanti. Il nero di Crimea è un pomodoro dal colore marrone scuro che, però, non è dovuto solo all’accumulo di antociani, ma alle elevate concentrazioni di licopene, il cui rosso si combina al verde della clorofilla.
Essendo più ricco di licopene rispetto ad altri pomodori, il nero di Crimea è una fonte migliore di antiossidanti.  Il gusto è riduttivo descriverlo a parole ma vi assicuro che è dolcissimo e molto particolare… si presta benissimo in insalata  e si può anche saltare in padella per un piatto pieno di gusto.

Non ci resta che  aspettare i primi frutti, il pomodoro verrà incannato secondo tradizione e questo renderà più facile la raccolta…

Vi assicuro che quest’estate faremo il pieno di anti ossidanti e sostanze nutritive naturali….

Domani parleremo del prossimo pomodoro: il Belmonte Rosa.

Saluti dall’orto,

 Stefano

Orto Estivo, cosa mangeremo in Estate

Nella prima settimana di Maggio sono partiti i lavori per gli orti estivi, l’Estate si sa inizia il 21 Giugno ma in agricoltura i tempi in questo caso sono anticipati, si parte a fine Aprile massimo i primi di Maggio… Si lavora il terreno, si spande il concime organico (letame), si sopporta il suo forte odore di Natura pensando che nutrirà le giovani piantine estive… si prepara l’impianto di irrigazione per essere pronti, e abbiamo fatto bene perchè ancora non si è vista  nessuna ombra di pioggia…. Ecco l’elenco delle nostre verdure coltivate all’Orto di Famiglia estivo 2015 (maggio-settembre):

fiori 

Zucchine tonde e lunghe e quindi fiori di zucca

Cetrioli rampicanti

Pomodori da insalata: Belmonte Rosa, Ciliegino rosso e nero, Tondo Liscio classico

Peperoni frigitelli e quadrati

Melanzane nera e viola

Insalate romana e canasta

Gli odori: basilico, prezzemolo, sedano e cipolle

infine le delizie zuccherine: Angurie e Meloni…….

Seguiremo insieme la crescita e lo sviluppo delle piante….

al prossimo Post e ricordate sempre come dice nonna Concetta: “Tutto viene dalla Terra!” 

Stefano

Perchè fare l’Orto di Famiglia

Noi vogliamo sfidare lo status quo, siamo stanchi di mangiare verdura senza sapore, piene di pesticidi e di chimica, di dubbia provenienza e fuori stagione. Le nostre verdure dell’Orto di Famiglia, a differenza di quelle verdure coltivate in modo intensivo e sfruttando il suolo  senza alcun rispetto delle stagionalità, sono senza concimi chimici e senza pesticidi. Secondo il rapporto di Legambiente il 36% della verdura o della frutta presenta troppi pesticidi e residui chimici (Rapporto Pesticidi nel piatto). Per noi l’Agricoltura Familiare significa andare oltre i regolamenti e questo significa per le famiglie avere la sicurezza e la certezza di coltivare e raccogliere le proprie verdure per il fabbisogno secondo la stagionalità e nel rispetto della Terra, da dove per noi tutto nasce.